GAS Faenza Esiste sempre una via più semplice ed una più bella.
Categoria: Vita da GASsisti
Scritto da: Ilaria
Energia
Abbiamo avuto il piacere di parlare con Walter Ghiselli (GAS di Imola e GAS Energia) dell’accordo stretto da GAS Energia con Trenta, un fornitore di energia elettrica verde che è stato giudicato al momento il meno peggio in quanto produce praticamente il 90% di energia da impianti idroelettrici,  il 5% da un impianto di cogenerazione per la città di Rovereto e 5% da fotovoltaico.
Trenta inoltre è certificato da COFER; non può vendere più di quello che produce e ai GAS vende solo energia verde.
In questo accordo con i GAS è previsto anche un fondo di solidarietà costituito da un 2% dei clienti e un 2% di Trenta per lo sviluppo di progetti di autosufficienza energetica.
La tariffa bioraria di Trenta dovrebbe essere paragonabile alla bioraria di Enel.
Chi volesse cambiare gestore quindi tenga d’occhio il sito di Trenta che a breve pubblicherà un’apposita pagina sul suo sito www.co-energia.it.
Aggiornamento di oggi:
“allora ci siamo il contratto per la fornitura elettrica con Trenta srl è attivo. Lo trovate nel sito di Co-Energia dove potrete trovare tutte le informazioni utili per conoscere al meglio l’accordo stipulato fra Co.Energia e Trenta.
Come già detto il contratto di fornitura elettrica è nominale e ogni persona dovrà compilare il proprio contratto.”
Daniela Patrucco ci ha raccontato la storia del comitato che a La Spezia si batte contro la centrale a carbone dell’enel.
Da lei viene l’invito ad estendere il consumo critico anche al gestore dell’energia elettrica e alle banche che finanziano questi impianti.
Inoltre ritiene molto importante che come consumatori utilizziamo l’energia nelle ore notturne evitando le ore di picco, in quanto molti impianti vengono giustificati con un alto fabbisogno energetico che in realtà è limitato alle ore di picco.
Un paio di letture consigliate:
“Le comunità dell’energia” di Livio de Santoli
“Felicità sostenibile” di Leonardo Becchetti
A Fahreneit su Radio3 è stato ospite Livio De Santoli che ha scritto “Le Comunità dell’Energia”, il libro citato da Daniela
Su radio 2  – caterpillar  – m’illumino di meno! – ecco i link

Infine la dott.ssa Patrizia Gentilini oncoematologa di Forlì ci ha raccontato alcuni aspetti della vicenda che riguarda gli inceneritori di Hera (sta per iniziare il processo penale!) e l’inquinamento nella nostra zona. I dati che ci ha riferito sono quanto meno inquietanti.
Si ricorda l’appuntamento del 26 gennaio a Forlì per  la presentazione del libro: “Progetto Ambiente e Tumori”
giovedì 26 GENNAIO 2012, ore 17 – 19 – Salone Comunale, Piazza Saffi – Forlì
Presentazione del libro edito dall’AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica): è in pratica la prima presentazione “ufficiale” in ambito nazionale, alla presenza del Segretario AIOM.
Il testo si scarica liberamente dal sito dell’ Associazione: http://www.aiom.it/
Patrizia Gentilini ci parla anche del processo di Forlì contro gli inceneritori Hera e Mengozzi, e ci invita a partecipare, ore 12, Tribunale di Forlì, lunedì 6 febbraio. Ricordiamo che nel processo si sono costituiti parte civile anche il comune e la provincia. Il processo è nato a seguito di un esposto di comitati di cittadini.
A Forlì  l’Isde (medici per l’ambiente) ha condotto un indagini su matrici alimentari (polli, uova e anche latte materno), rilevando vicino agli inceneritori, livelli di diossina altissimi, che hanno destato l’allarme.
Un gruppetto di persone si attarda a parlare con patrizia gentilini: la proposta che nasce e che vorremmo proporre al Gas  dopo adeguate valutazioni, è questa: supportati da Patrizia Gentilini, e dall’Isde, commissionare delle analisi nei pressi delle centrali a biomassa faentine, finanziandole, in parte con i soldi della cassa Gas.
Si potrebbe creare un gruppo di lavoro su questo tema, (quali rischi, quali analisi, su che matrici…) che lavori a fianco di Patrizia Gentilini e poi riferisca al Gas.

1 Commento

novembre 16th, 2012

[…] appunto di affrontare il tema energia, mi piacerebbe convocare i partecipanti di una riunione di Faenza, un po’ per capirci qualcosa di Retenergie e di Co-Energia, che entrambi si appoggiano […]

Commenta

Devi essere registrato per commentare.